Nel 1989 il ponte più antico di Firenze, distrutto dai nazisti durante la guerra, diede il nome a una nuova casa editrice, da subito catalizzatore della vita culturale cittadina. Già nel 1993, Mario Spagnol ne promosse l’acquisizione da parte di Longanesi. Oggi Ponte alle Grazie ha sede a Milano e produce oltre sessanta novità l’anno. Direttrici principali sono la qualità letteraria, la divulgazione scientifica e la critica sociale, con un’attenzione speciale agli autori delle ultime generazioni.