I primi passi sono un momento di grande emozione per i genitori e una svolta fondamentale nella crescita di un bambino. Imparare a camminare è una conquista, il primo passo importante verso l'acquisizione di un'autonomia tutta nuova e il preludio a nuove scoperte. Dai primi tetativi, che avvengono intorno ai 10 mesi, ogni bebè sperimenta un suo personale percorso per giungere ai fatidici primi passi, e ogni genitore deve seguire questo processo assecondando i tempi e i modi di ciascun bambino. Ogni bambino è diverso e arriva secondo il proprio ritmo: alcuni attraversano la fase del gattonamento, altri invece passano direttamente ad alzarsi in piedi. In ogni caso, gattonare è già un primo gradino nella conquista dell'autonomia. Quali oggetti possono essere utili per accompagnare il bebè a questa tappa incredibile, senza forzature e in maniera armoniosa? Oltre a creare uno spazio il più possibile sicuro e libero da oggetti potenzialmente pericolosi, qualche utile supporto sarà senz'altro di grande vantaggio: il classico carretto primi passi, ad esempio, con maniglia e ruote frenate, è indubbiamente un oggetto importante e utilissimo. Così come un centro multiattività o una palestrina, dove il bebè possa cercare degli appigli nei suoi primi esperimenti per sollevarsi. Una volta compiuto il primo, grande passaggio, i giocattoli da trainare ( e un po' dopo, verso il 24 mesi, quelli da spingere), saranno compagni molto apprezzati per andare alla scoperta del mondo circostante.