I bambini, dalla nascita ai 2 anni, sono coinvolti in una fase straordinaria di sviluppo di mille nuove capacità, e i giocattoli iniziano ad assolvere funzioni sempre più specifiche, che contribuiscono ad affinare le competenze del bebè seguendo i suoi progressi in modo armonioso e adatto all’età. La coordinazione motoria va migliorando sempre più, e questo permette già intorno ai 6 mesi di impugnare oggetti in modo preciso e diverso di volta in volta; più avanti, verso l'anno si infilano e tolgono pioli, si esplora lo spazio circostante gattonando o muovendo i primi passi con l’aiuto di un solido sostegno In questa fase i giochi dinamici e i giochi di interazione sono i compagni ideali del bambino. I primi strumenti musicali, i tracciati con palline, le forme da imbucare, gli anelli da impilare e le forme da sovrapporre sono solo alcune fra le numerose attività che si possono far esplorare ai più piccini. Con i primi passi, lo spazio di gioco si amplia ulteriormente, consentendo al bambino di utilizzare oggetti da spingere o trainare e i primi carretti con manico per appoggiarsi. A partire dai due anni, i bambini vanno consolidando competenze motorie, linguistiche e sociali. Il gioco diventa sempre più punto d’incontro fra il bambino e il mondo, strumento per conoscere, esplorare, interagire con i grandi. Compaiono quindi i giochi di precisione più articolati, fra i quali un posto importante rivestono le costruzioni e le costruzioni a incastro. Le prime parole diventano ben presto prime conversazioni. Anche i libri di figure e parole, o i primissimi racconti, semplici e accompagnati da illustrazioni chiare e colorate, sono il dono perfetto per trascorrere momenti di interazione, divertimento e scoperta insieme ai bambini. Anche qui il legno, la stoffa e la plastica sono i materiali privilegiati per la realizzazione dei giocattoli, sempre con la massima cura per le finiture, l’atossicità e la sicurezza di ogni componente.