Oltre ai giochi più tradizionali e semplici, dai 6 anni i bambini iniziano a sfidare i più grandi attraverso giochi di società veri e propri, giochi da tavolo che possono essere giocati trasversalmente da grandi e piccoli, e che sfruttano le abilità e le competenze che si affacciano con la scolarizzazione. Si apre quindi il mondo dei giochi dove compaiono i numeri, le parole, ma anche i primi elementi di geografia o cultura generale. La gamma si amplia ulteriormente con i giochi di strategia, velocità, osservazione. Dai da 9 anni in su, il bambino può tranquillamente giocare anche con genitori e adulti, a giochi riescono a soddisfare tutti. Bastano alcune regole semplici e durata mediamente breve, ideali sia per i ragazzi intorno dai 9 anni che non hanno dimestichezza coi giochi da tavolo, ma anche per le prime partite in famiglia, per trasformare un pomeriggio o una serata in un grande divertimento.